La realizzazione di un Giornalino d'Istituto è un'attività complessa che prevede ricerche, produzione nelle classi, lavori singoli o di gruppo che determinano un costante contatto con il contesto territoriale. L'idea è nata dalla partecipazione ad un progetto di rete con altre scuole sulle Nuove Indicazioni sul curricolo in verticale, in cui è previsto un raccordo tra le classi della scuola dell'infanzia e le prime della scuola primaria, tra le classi quinte della scuola primaria e le prime della scuola secondaria di 1° grado, tra le classi terze della scuola secondaria di 1° grado e le prime della scuola secondaria di 2° grado. Tutto ciò ha come finalità la realizzazione di una progettazione di un curricolo unico e continuo e la produzione di un giornalino in cui venissero trattati argomenti riguardanti il territorio e il modo in cui gli alunni lo vivono. Ecco il motivo per il quale in questo 1° numero si troveranno articoli scritti da alunni delle sole classi quinte e prime medie, ma dal prossimo numero tutti gli alunni dell'Istituto daranno il proprio contributo per la buona riuscita delle successive edizioni e, di conseguenza sarà più ricco, corposo e voluminoso.
 
Da lì è partita la realizzazione di un giornale mensile che possa diventare l'occasione per rendere vivo e produttivo il contatto tra la scuola e il territorio, per avviare un costante monitoraggio delle sue potenzialità, dei suoi problemi, delle sue risorse.
 
E' stata costituita una redazione giornalistica e ai ragazzi è stato assegnato il lavoro da svolgere. Alcuni alunni cureranno le pagine di cronaca sportiva, alcune ragazze gli articoli di commento e gli editoriali, un paio di studenti, scelti sempre sulla base delle attitudini e dei gusti personali, si dedicheranno alla preparazione di giochi matematici e di parole, altri si occuperanno di uno spazio dedicato alla scrittura di canzoni o poesie, mentre un gruppo più cospicuo avrà il compito di compilare gli articoli di cronaca scolastica.
 
I ragazzi saranno abituati a lavorare come veri giornalisti, alla ricerca di notizie interessanti e curiose, ma anche come correttori di bozze, poichè alcuni articoli saranno scritti da ragazzi di altre classi e perciò letti, corretti e selezionati dalla redazione, sulla base degli argomenti o dell'interesse.
 
FINALITA': 
 
Fornire a tutti gli alunni momenti di alta socializzazione nel lavorare insieme, dando spazio alla fantasia e alla creatività.
 
Dare l'opportunità di credere nella propria identità personale rafforzando l'autostima, infatti la redazione giornalistica rappresenta un momento altamente formativo dove si intreccia la capacità di costruire le informazioni, selezionare i contenuti, elaborare strategie della comunicazione.
 
Dare voce alle esigenze dei ragazzi e al loro pensiero ascoltandone le attese.
 
DOCENTI REFERENTI: 
 
Prof. Marco Tribuzio, Prof.sa Marzi Chinni 
(scuola secondaria1°grado);
Insegnante Marina Pellegrini ( scuola primaria Diaz );
Insegnanti Francesca Diaco e Maria Grazia Bultrini
( scuola primaria Carducci )